Firenze e gli Uffizi

 

71wyEXDVf7L._SY606_

Dopo il successo cinematografico internazionale di “Musei Vaticani 3D“, classificatosi come il contenuto d’arte più visto nella storia del cinema nel mondo, distribuito in 60 paesi e 2.000 sale cinematografiche per oltre 225 mila spettatori, Sky 3D presenta “Firenze e gli Uffizi 3d/4k – Viaggio nel cuore del Rinascimento”, la sua nuova grande produzione, realizzata in collaborazione con Sky Arte HD, Nexo Digital e Magnitudo Film, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Comune di Firenze e con il sostegno di Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Il film, in cui la tecnologia di ultima generazione 3D e 4K e le tecniche di modeling e dimensionalizzazione più evolute vengono messe al servizio del patrimonio artistico nazionale per valorizzarlo ed esportarlo in tutto il mondo, esordirà in première mondiale in 240 cinema in Italia il 3-4-5 novembre in 3D e 4K (elenco delle sale su www.nexodigital.it), per essere poi distribuito nei cinema di tutto il mondo da Nexo Digital.
Sono 60 ad oggi i paesi in cui in cui è prevista la release cinematografica del film, tra cui Inghilterra, Germania, Francia, Belgio, Olanda, Scandinavia, USA, Canada, Colombia, Messico, Perù, Cile, Corea, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Est Europeo.
Il film è un viaggio multidimensionale e multisensoriale nel Rinascimento Fiorentino attraverso le sue opere più rappresentative. A parlare sono le opere stesse, e lo fanno con tutta la potenza della loro bellezza esaltata dalla visione in tre dimensioni.


Il film attraversa i luoghi simbolo del museo a cielo aperto che è la città di Firenze con oltre 10 location museali e 150 opere d’arte mostrate su grande schermo. Dalla Cappella Brancacci (con gli affreschi di Masolino e Masaccio, emblema del passaggio da Medioevo a Rinascimento) al Museo del Bargello che ospita il David di Donatello; da S. Maria del Fiore con le sue sfavillanti vetrate e la Cupola del Brunelleschi a Palazzo Medici; da Piazza della Signoria a Palazzo Vecchio sino alla Galleria dell’Accademia, che custodisce il David di Michelangelo.

firenze e gli uffizi 3d 4k
Cuore del film è naturalmente la Galleria degli Uffizi: gli spettatori potranno accedere all’interno della Tribuna (luogo visibile al pubblico solo da tre punti esterni) e Antonio Natali (direttore della Galleria dal 2006 al 2015) li accompagnerà tra le opere con l’auspicio “che si entri agli Uffizi con l’idea di conoscere e non di sbalordire. Conoscere un’opera d’arte vuol dire leggerla come si fa con un testo poetico, come un componimento letterario”.
L’excursus narrativo all’interno della Galleria va da Giotto a Gentile da Fabriano e Piero della Francesca, a Raffaello e Tiziano, dall’Annunciazione di Leonardo al Tondo Doni di Michelangelo, senza tralasciare le opere simbolo quali la Primavera e la Nascita di Venere di Botticelli e lo Scudo di Medusa di Caravaggio, quest’ultima inserita all’interno di un capitolo dedicato alle opere ‘mostruose’ della Galleria, tra cui la Madonna della Arpie di Andrea del Sarto, la Calunnia di Botticelli e Giuditta che decapita Oloferne di Artemisia Gentileschi. Una perla di Firenze e gli Uffizi 3D/4K sarà costituita dallo svelamento del restauro in corso dell’Adorazione dei Magi di Leonardo, assente dagli Uffizi dal 2011. Il soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure, Marco Ciatti, racconterà i risultati delle analisi e fornirà inediti approfondimenti su elementi comparsi durante il restauro oltre che interessanti dettagli sulle tecniche utilizzate.

Ad arricchire il film, spettacolari immagini aeree della città, realizzate grazie all’utilizzo di un elicottero e un drone e riprese esclusive in luoghi o punti di vista inediti, come la Cupola del Brunelleschi e Piazza della Signoria ripresa all’alba, deserta, in tutta la sua magnificenza. E ancora il David di Michelangelo, con esclusive riprese frontali e da distanza ravvicinata. Ulteriore aspetto inedito del film, è rappresentato dalle più evolute tecniche di modeling e dimensionalizzazione che consentono di ‘entrare’ nei dipinti e dalle ricostruzioni grafiche 3D della Galleria degli Uffizi e della Cupola del Brunelleschi, quest’ultima a partire dai disegni originali custoditi nel Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi.
La narrazione emotiva, ambientata all’interno di un limbo atemporale, sarà affidata a Simon Merrells (attore inglese di formazione teatrale noto al pubblico per l’interpretazione di Crasso nella serie tv Spartacus) che, nel ruolo di Lorenzo il Magnifico, ci condurrà attraverso i ricordi della ‘sua’ Firenze, in un incessante dialogo tra passato e presente. La colonna sonora originale composta sulle immagini del film rappresenta un ulteriore elemento chiave della narrazione.

da “tvzap.kataweb.it”

 

Firenze, un film. Gli Uffizi, la Cupola del Brunelleschi, Santa Maria del Fiore, Palazzo Medici e Palazzo Vecchio, il David di Michelangelo e il David di Donatello. Dieci siti museali, 150 opere, un viaggio nel cuore del Rinascimento. Ecco il primo film cinematografico Firenze e gli Uffizi 3D/4K sulla città, esportato in tutto il mondo, prodotto da Sky 3D in collaborazione con Sky Arte HD, Nexo Digital e Magnitudo Film.

La distribuzione internazionale è una conseguenza di più elementi che combaciano: tecnologia evoluta, esperienza visiva e naturalmente un racconto che punta alle emozioni. I siti scelti sono visitati in modo inedito, senza pubblico come si trattasse di un viaggio in solitario, con dettagli delle opere in primo piano, grazie a scansioni in altissima definizione.

La nuova produzione arriva dopo i Musei Vaticani 3D, distribuito in 60 Paesi, 2.000 schermi per oltre 225 mila presenze, stessa produzione, sempre in collaborazione con Sky Arte, che l’altra sera ha presentato al Maxxi nell’ambito della Festa del Cinema, un delizioso documentario Swinging Roma che raccoglie testimonianze e aneddoti sulla Roma degli Anni 60, quella degli artisti come Schifano Twombly, Rotella, Angeli, quando la Capitale era anche il centro dell’arte, della letteratura e del cinema.

Firenze-film andrà in prima mondiale dal 3 novembre e per altri due giorni, presente in Italia in 235 sale e sarà distribuito in 60 Paesi. Punto focale, la Galleria degli Uffizi da dove si accederà alla Tribuna, accompagnati dal direttore Antonio Natoli: «L’auspicio è che si entri agli Uffizi con l’idea di conoscere e non di sbalordire. Conoscere un’opera d’arte vuol dire leggerla come si fa con un testo poetico, come un componimento letterario».

Ad arricchire la pellicola, lo svelamento del restauro in corso sull’Adorazione dei Magi di Leonardo, assente dagli Uffizi dal 2011. Il lancio dell’iniziativa è avvenuto al Mibact con la partecipazione del ministro Franceschini che ha detto: «Questa iniziativa sulla straordinaria bellezza di Firenze fa capire che lavoro infinito si può fare col patrimonio artistico italiano per produrre cinema e fiction da esportare nel mondo. Questa industria va sostenuta, perché attira turismo».

L’ad di Sky Italia Andrea Zappia ha ricordato che sono i primi investitori in contenuti culturali in Europa. «Credo che il governo stia facendo molto per semplificare il ciclo produttivo che consente di portare investimenti. Le possibilità in questo campo sono enormi perché il mercato chiede sempre più contenuti di qualità». E se Sky sta già girando un nuovo documentario sulle quattro basiliche papali di Roma in coincidenza del Giubileo, Franceschini propone: «Il 27 ottobre annunceremo la capitale della cultura italiana per il 2016: ci sono dieci città in lizza. Quella prescelta si potrebbe valorizzare girando un film».

Michela Tamburrino, da “lastampa.it”

 

 

Per la prima volta nel cinema internazionale, un film d’arte non si concentrerà tutto all’interno delle sale di uno spazio espositivo – per quanto prestigioso possa essere – per raccontare invece una città, quella di Firenze, che a ragione si può definire un museo a cielo aperto. Più di un classico documentario, Firenze e gli Uffizi 3D/4K: viaggio nel cuore del Rinascimento – nei cinema dal 3 al 5 novembre prossimi – dà la parola alle opere e ai personaggi che hanno fatto la storia dell’arte, ricostruendo vicende e inserendo gli straordinari reperti all’interno di una narrazione a forte impatto scenico ed emotivo.
La nuova produzione Sky 3D – in collaborazione con Sky Arte HD, Nexo Digital e Magnitudo Film – sfrutta infatti sia la potenza immersiva del 3D sia le tecniche della fiction per avvicinare un vasto pubblico al patrimonio storico-artistico di Firenze. Da una parte, a guidare gli spettatori tra passato e presente della città sarà Lorenzo il Magnifico“in persona”, interpretato da Simon Merrells; d’altro canto, non mancano all’interno del lungometraggio gli approfondimenti offerti da contributi autorevoli, da Antonio Natali – Direttore della Galleria degli Uffizi fino ad agosto di quest’anno – a Marco Ciatti, Sovrintendente dell’Opificio delle Pietre Dure.
Il percorso narrativo comprende non a caso oltre 10 aree museali e 150 opere d’arte presenti a Firenze. Il film parte dal capolavoro che segna il passaggio tra il Medioevo e il Rinascimento – la Cappella Brancacci, con gli affreschi di Masolino e Masaccio – nei luoghi simbolo della città: il Museo del Bargello, Santa Maria del Fiore, Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria, la Galleria dell’Accademia e naturalmente gli Uffizi. Ampio spazio viene dedicato a Leonardo e Botticelli, al David di Michelangelo e persino a opere meno note presenti nel maggiore museo fiorentino, vero e proprio punto focale dell’impianto narrativo.

da “arttribune.com”

 

 

 

 

Condividi!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Fondazione Gabbiano, in quanto ente religioso, non deve ottemperare a quanto disposto
dall'art. 9 comma 2 del D.L. 8 agosto 2013 n.91, convertito con Legge 7 ottobre 2013 n. 112.
Sviluppato da NextMovie Italia Blog