Monthly Archives Settembre 2019

Il signor diavolo

Il diavolo è vivo, e lotta insieme a noi. Almeno questo è ciò che appare ai nostri occhi ovunque ci giriamo. Dai festival della musica italiana in cui istrioniche presentatrici vengono accusate di inneggiare a Satana ai corsi su “esorcismo e preghiera di liberazione” apparsi sul portale del MIUR e prontamente ritirati, quasi ogni giorno rimbombano nelle nostre orecchie macabri rintocchi di campane ossidate dal tempo, a ricordarci che, come citava Baudelaire, “la più grande astuzia del diavolo è farci credere che non esiste”. Ne sa qualcosa Pupi Avati, l’ottantunenne regista bolognese che apre le porte nientemeno che a Satana nel suo quarantesimo lungometraggio. Trasferendo idealmente poco più a sud la provincia in cui è ambientato il film, Il signor Diavolo rappresente...

Leggi di più

C’ERA UNA VOLTA… A HOLLYWOOD

Si potrebbe iniziare, e anche concludere, semplicemente citando uno dei (tanti) personaggi più iconici della filmografia di Quentin Tarantino: Aldo Raine. Nello specifico, la battuta con cui Bastardi Senza Gloria viene chiuso, in cui il tenente ammazzanazisti riflette su quello che potrebbe essere il suo capolavoro. Di fatto, C’era una volta a…Hollywood potrebbe essere il capolavoro di Quentin Tarantino. Abbiamo sentito ripetere molte volte questo aggettivo assolutista associato al regista di Pulp Fiction. Ebbene, qui Tarantino riscrive quasi interamente la sua intera filmografia con un film che ci trascina nella Hollywood del 1969. Prima febbraio, poi agosto. E lo fa attraverso gli occhi di Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) e Cliff Booth (Brad Pitt)...

Leggi di più

Grandi bugie tra amici (“Nous finirons ensemble”)

Un gruppo di amici che si ritrovano in una casa al mare, d’estate, per una vacanza che, da appuntamento fisso e routine annuale da sempre, diventa occasione per cercare di ignorare il dolore per l’amico gravemente ferito rimasto in città.

Un gruppo di amici che si ritrovano in una casa al mare, d’estate, per una vacanza che, da appuntamento fisso e routine annuale da sempre, diventa occasione per cercare di ignorare il dolore per l’amico gravemente ferito rimasto in città. Una struttura che da Il grande freddo in poi ha interessato tanti registi e spettatori. Una convivenza ravvicinata che mette a dura prova vecchi rapporti, fa uscire fuori ipocrisie, falsità, solo sopite dietro una maschera. Sceglie una struttura consolidata Guillaume Canet, conosciuto soprattutto come attore, ...

Leggi di più

Mio fratello rincorre i dinosauri

Nel parcheggio deserto di un discount di paese, i Mazzariol sono soliti comunicare ai figli le notizie più importanti che riguardano la loro famiglia. Ma la più significativa di tutte è – decisamente – quella che annuncia l’arrivo del quarto bambino in casa, che scatena la contentezza smisurata del fratellino minore Jack. Ma quando il piccolo Giovanni – detto Gio – viene al mondo, la felicità dei neo-genitori Davide (Alessandro Gassmann) e Katia (Isabella Ragonese) viene minata dall’inattesa notizia della sindrome di Down del bambino, con la quale dovranno fare i conti senza esserne minimamente preparati.

Come poter raccontare una tale, gravosa, storia di famiglia e malattia senza cedere alla pressione ampollosa – e spesso buonista – dei racconti più convenzionali s...

Leggi di più
Fondazione Gabbiano, in quanto ente religioso, non deve ottemperare a quanto disposto
dall'art. 9 comma 2 del D.L. 8 agosto 2013 n.91, convertito con Legge 7 ottobre 2013 n. 112.
Sviluppato da NextMovie Italia Blog