Le parole portano con sé significati precisi, emozioni e tradizioni. La storia è scandita dal loro uso e dalla loro trasformazione. Tentare di raccoglierne l’evoluzione nell’ Oxford English Dictionary sembrava una missione impossibile,finché alla famosa università si presentò James Murray (Mel Gibson). Filologo e studioso autodidatta, accettò questa sfida sia per l’amore che riversava nella letteratura che per un desiderio di riconoscimento della sua intelligenza che fino ad allora il pezzo di carta di una laurea non gli aveva concesso.

Nello stesso tempo, ufficiale chirurgo dell’esercito americano in congedo dalla Guerra di Secessione, William Chester Minor (Sean Penn) viene arrestato per l’omicidio di un uomo innocente che scambiò per l’individuo misterioso che diceva lo stesse perseguitando giorno e notte. William venne riconosciuto colpevole ma insano mentalmente e per questo fu condotto in un istituto psichiatrico. La vita del neo-carcerato e paziente sarà risollevata dal sodalizio con lo studioso, mettendogli a disposizione la sua grande cultura letteraria e umanistica.

Il professore e il pazzo è una storia che viaggia su due filoni apparentemente distanti, ma che finiscono per incontrarsi sorprendendo le aspettative della società del tempo. La vicenda solleva il velo delle apparenze e indaga i personaggi per ciò che sono, ascolta i loro pensieri e le loro emozioni.

Proprio come nella sceneggiatura di ApocalyptoFarhad Safinia umanizza i personaggi e li riconosce come tali. Ci colpisce con una regia personale e immersiva, gettandoci direttamente nell’occhio della cinepresa, a faccia a faccia sia con il professore che con il pazzo.

Anche Eliza Merrett (Natalie Dormer) si inserirà nel corso della storia. Moglie della vittima di William Chester Minor, dialoga con sé stessa e il prigioniero. L’amore e il perdono, due elementi a primo impatto discordanti, si fondono in un tutt’uno, addentrandosi nell’animo di uomo tormentato dalla società e dalla sua stessa psiche.

Il professore e il pazzo è una pellicola sorprendente ed emozionante, in cui l’amore per le parole accomuna i due protagonisti. Individui socialmente molto diversi, si riuniscono in un punto comune, insegnandoci a non dare per scontato il valore umano, spesso limitato alle semplici aspettative.