La vita è facile ad occhi chiusi

LA-VITA-e-FACILE-AD-OCCHI-CHIUSI-Locandina-Poster-29282

Ha preso 6 statuette ai Goya 2014, ha conquistato il pubblico italiano durante ilFestival del Cinema Spagnolo e ora è pronto a conquistare i piccoli cinefili del Giffoni FF (dove sarà proiettato sabato 26 luglio) prima di sbarcare nelle sale nostrane il 16 ottobre.

Stiamo parlando di La vita è facile ad occhi chiusi (Vivir es fácil con los ojos cerrados), ultimo lavoro del madrileno David Trueba, e che noi abbiamo già visto (e amato!)

Siamo nel pieno della dittatura franchista, in una Spagna perfettamente evocata da una fotografia dai toni caldi. Antonio, interpretato da Javier Cámara, è un professore che insegna inglese ai suoi alunni utilizzando le canzoni dei Beatles; ha una vita semplice e un unico sogno: conoscere John Lennon. Il cantante dei Beatles, infatti, si trova in Andalusia, terra dei western per eccellenza, per girare un film.

Antonio si mette in viaggio, ma lungo il cammino incontrerà altri “ribelli” che affronteranno il viaggio con lui. La prima è Belén (Natalia de Molina), una ragazza incinta fuggita dall’istituto dove era stata mandata per evitare lo scandalo; il secondo è Juanjo (Francesc Colomer), un giovane in fuga dopo l’ennesimo scontro il padre.

Le canzoni di Lennon sono il filo conduttore della vicenda, in particolare Strawberry Fields Forever, che Lennon (secondo i più) scrisse proprio ad Almería, ispirato dai suoi immensi campi di fragole, e da dove è tratto il titolo del film, ma sono anche il simbolo della libertà tanto agognata dagli spagnoli.

Una fuga breve, ma un incontro intenso, che porterà i protagonisti a conoscere se stessi e lascerà a noi la piacevole sensazione che, appunto, la vita è facile..ad occhi chiusi!

Nancy Aiello, da “40secondi.com”

 

 

La vita è facile ad occhi chiusi (Vivir es facil con los ojos cerrados, Living Is Easy with Eyes Closed), scritto e diretto da David Trueba ci riporta nella Spagna franchista del 1966, con un professore che usa le canzoni dei Beatles per insegnare l’inglese ai suoi alunni e viene a sapere che John Lennon, dopo il tour mondiale dei Beatles del ’65, è in Andalusia come interprete del film Come Ho Vinto La Guerra(How I Won The War) di Richard Lester, fedelissimo regista dei Beatles.

Deciso a conoscere Lennon e chiedergli di aiutarlo nella trascrizione in inglese dei testi, per poterli poi insegnare ai suoi alunni, il professore intraprende un lungo viaggio in macchina verso il Sud, durante il quale offre un passaggio a Juanjo, il sedicenne scappato di casa e Belén, la ragazza ventunenne che sembra fuggire da qualcosa.

Mentre ai tre passeggeri, spinti da sogni e voglia di libertà, il viaggio all’insegna del divertimento regala qualcosa di indimenticabile, sul set spagnolo del film, ne l’Almeria conosciuta come “Terra delle fragole”, Lennon compone l’indimenticabile “Strawberry Fields Forever”, così come il film di Trueda prende il titolo da un suo verso, LA VITA È FACILE ad occhi chiusi.

LA VITA È FACILE ad occhi chiusi è ispirato alla storia vera del professor Juan Carrión che incontro Lennon sul set del film, ed è considerato il film spagnolo rivelazione dell’anno che ha rappresentato la Spagna nella corsa agli Oscar 2015 evinto 6 Premi Goya (Miglior film, Miglior regia (David Trueba), Miglior sceneggiatura (David Trueba), Miglior attore protagonista (Javier Cámara), Miglior attrice emergente, (Natalia de Molina), Miglior colonna sonora (Pat Metheny).

Il road movie che procede al ritmo della musica del grande chitarrista americano Pat Metheny e interpretato dallo straordinario Javier Cámara (di Parla con lei, La mala educación e Gli amanti passeggeri di Pedro Almodóvar), insieme a Natalia de Molina e Francesc Colomer, è stato prodotto da Fernando Trueba P.C., Canal+ España eTVE – Televisión Española, arriva nelle sala italiane dopo l’estate, distribuito daExit Media che lo ha presentato in anteprima al Ciné 2015: Giornate estive di Cinema di Riccione.

da “cineblog.it”

 

 

Locandina La vita è facile ad occhi chiusi

Spagna, 1966: un professore che usa le canzoni dei Beatles per insegnare l’inglese ai suoi alunni viene a conoscenza che John Lennon è in Almeria (Andalusia) per girare un film. Deciso a conoscerlo, intraprende un viaggio in macchina verso il Sud, e lungo il percorso carica in macchina una ragazzo di 16 anni, fuggito di casa, e una giovane ragazza di 21 che pure sembra scappare da qualcosa. Tra i tre nascerà un’amicizia indimenticabile.
Icona di libertà, di nuova morale, di progresso, John Lennon è il motore e al tempo stesso il filo rosso di questa delicata commedia. Il mitico beatle realmente in Spagna in quel periodo, dopo aver pubblicato la canzone HELP!, dove è chiamato a girare il film How I Won The War (Come Ho Vinto La Guerra) di Richard Lester, trova una possibilità di isolamento e riflessione dopo il tour mondiale dei Beatles del ’65. Durante quel periodo in Spagna nascerà “Strawberry fields forever” che rivelerà al mondo il suo lato interiore, fino ad allora sconosciuto.
Il film è ispirato all’incredibile e commovente storia vera di Juan Carrión, un professore d’inglese (interpretato da uno straordinario Javier Camara) che effettivamente incontrò John Lennon sul set in Almeria. L’obiettivo di Carrión era semplice e allo stesso tempo utopico: chiedere a Lennon di correggere i testi trascritti nel suo quaderno per poterli poi insegnare ai suoi alunni. Pare che proprio da quell’incontro i Beatles (e di seguito tutte le band musicali) cominciarono a riportare i testi delle proprie canzoni nel retro degli LP.
Considerato il film spagnolo rivelazione dell’anno e musicato dal grande chitarrista americano Pat Metheny, ha vinto ben 6 Premi Goya, tra cui miglior film, regia, sceneggiatura ed attore protagonista.

da “mymovies.it”

Condividi!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Fondazione Gabbiano, in quanto ente religioso, non deve ottemperare a quanto disposto
dall'art. 9 comma 2 del D.L. 8 agosto 2013 n.91, convertito con Legge 7 ottobre 2013 n. 112.
Sviluppato da NextMovie Italia Blog